martedì 31 gennaio 2017

Roma Capitale: via all’affido familiare per gli animali sequestrati a seguito di maltrattamento...secondo voi non manca qualcosa?




D’ora in poi sarà possibile fare richiesta di affidamento di animali – in particolari quelli esotici – sottoposti a procedura di sequestro, a seguito di maltrattamenti.

A deciderlo l’Amministrazione Capitolina, insieme alla Procura, che hanno deciso, in tal modo, di restituire un po’ di serenità a piccoli e grandi amici pennuti (ma non solo!), fino ad ora non troppo favoriti dalla sorte.

zooplus.itLa lista completa degli animali, per i quali si può inoltrare richiesta di affido, la trovate a questo link.

Tra gli altri anche quaglie, canarini, parrocchetti, passeri giapponesi e conigli maschi.

Per fare domanda basta inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica: bruno1.bailo@comune.roma.it., specificando nell’oggetto: ”Animali sequestrati – Richiesta affidamento”.

L’ordine di arrivo delle domande, costituirà uno dei criteri di precedenza ed è importante indicare nel testo della mail l’animale per il quale si avanza richiesta di affidamento.

Non ci sono costi da sostenere per chi prenderà un piccolo amico presso la propria abitazione.

Personalmente trovo quest’iniziativa fondamentale, se non altro per cercare di rimediare a precedenti errori umani. 

Ma, allo stesso tempo, mi sorgono anche molteplici domande.

Prima cosa: non sono specificati nell’avviso presente sul sito istituzionale di Roma Capitale quali siano i requisiti richiesti per poter diventare degli affidatari.




Si parla, infatti, di ordine di arrivo delle domande, ma poi? Mica sarà l’unico elemento discriminatorio vero?

Inoltre, non viene chiarito neppure se verranno fatti dei controlli pre e post affido e – in caso positivo, come si spera accada! – da chi questi vengano effettuati.
Infine, siccome c’è solo una mail indicata e non un numero di telefono non è possibile chiedere qualche informazione istantanea.


Conclusione: quando si tratta di animali c’è sempre poca chiarezza! Non voglio dire superficialità, perché non essendo dettagliate alcune cose non è fattibile giudicare, ma si ci può limitare a delle mere supposizioni.

Nei prossimi giorni speriamo di saperne di più o avremo una nuova nebulosa che incombe sulla nostra città….e questa volta non sarà colpa dello smog!

Sabrina Rosa