lunedì 29 maggio 2017

I forasacchi, cosa sono, quali sono i sintomi che il cane presenta e come prevenirli

I forasacchi trovano l'acme della loro diffusione in genere tra aprile e maggio. Sono delle spighette in grado di provocare danni seri ai nostri cani, quindi è bene conoscerli più da vicino.


E con l'estate tornano non solo le belle giornate, le gite al mare, ma anche tantissime insidie per i nostri amici a 4 zampe: le zanzare, le processionarie e anche i forasacchi.


Il nome di questi ultimi, per chi ha un cane, è sicuramente familiare. Sappiamo tutti che si tratta di qualcosa di pericoloso, ma cosa?

I forasacchi sono semplicemente le spighe delle graminacee (in particolare dell’Hordeum murinum e dell’Avena sativa), che, quando le vediamo ancora belle verdi sulle piante non causano alcun danno, né tanto meno sono da demonizzare. 

Tuttavia, una volta essiccate, queste stesse spighe innocue si trasformano in un vero e proprio pericolo per i nostri amici a 4 zampe, perché possono lesionare la loro cute e penetrare, così, all'interno del loro corpo, causando danni anche seri. 

zooplus.it


Inoltre, data la loro durezza, i forasacchi sono anche in grado di entrare attraverso gli spazi interdigitali del cane o nelle orecchie o nel naso (raramente passano attraverso gli occhi, ma il cane di una mia amica riuscì a farsi male con un forasacco, che gli era penetrato nel pene!) e da qui scavano internamente.

In genere i sintomi più frequenti, che il cane presenta, sono scuotimento della testa seguito, dopo un pò, da una tendenza ad assumere una posizione del capo piegata da una parte, ferma ed immobile, o starnuti ripetuti (in alcuni casi fino al sanguinamento), ossia l'animale mette in atto dei naturali comportamenti difensivi per cercare di allontanare il corpo estraneo dalle orecchie - nel primo caso - e dal naso - nel secondo.

E' importante, per chiunque viva con un animale, imparare ad osservarlo, così da riconoscere immediatamente qualsiasi atteggiamento anomalo.

Nel caso si riscontri quanto appena descritto nel proprio cane e lo si associ ad una passeggiata in un luogo, in cui sono presenti delle spighe, è d'obbligo contattare immediatamente il proprio veterinario e portare a visita l'animale.

Fondamentale, come sempre, è la prevenzione

Evitate di far passeggiare e correre i cani in aree, all'interno delle quali avete osservato la presenza di spighe. 

Spazzolate sempre i vostri amici a 4 zampe quando rientrate a casa, soprattutto se questi hanno il pelo lungo, che trattiene più facilmente i corpi estranei. 

Se notate la presenza di un forasacco sul pelo, rimuovetelo immediatamente.

Sabrina Rosa